Posted on

Dante e gli Ebrei

Un breve ma lucido saggio sul rapporto tra il grande poeta e il popolo ebraico.

“Che concetto avesse Dante degli antichi israeliti non è facil cosa il provare, perchè taluni mette a cielo, altri piomba nell’inferno. E — siamo logici — ben a ragione. Quelli che mal oprarono doveano essere puniti, ebrei o cristiani non importa; quelli che fecero bene dovean pur avere il premio meritato.”

Flaminio Servi

Rav Flaminio Servi, סרוי, אפרים בן שלמה נחמיה, nasce a Pitigliano il 24.12.1841. Studiò con Rav Paggi e poi con Rav Marco Sabbadini che gli conferì il titolo di “Chaver” nel 1864 a Pitigliano.
Riceve il titolo di “Chakham” dal Rabbino Mosè Sorani. Rav di Monticelli d’Ongina (1864-1867), Mondovì (1867-1872), e di Casale Monferrato tra il 1872 ed il 1904. È Direttore del Vessillo Israelitico dal luglio 1874 al 1904.
Muore a Casale Monferrato il 23.1.1904. Il Diploma di “Chaver” ed il registro del “mohel” di Rav Flaminio Servi manoscritti sono proprietà della collezione Gianfranco Moscati, Locarno.
(Bibliografia A. Piattelli – RMI 2012)

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

La religione e la politica di Dante Alighieri: ossia lo scopo ed i sensi della Divina Commedia

Il pensiero politico e religioso di Dante trova le sue radici in una complessa serie di fattori biografici e storici, che esplodono tutti nella sua opera più nota, la Divina Commedia. Il breve ma intenso saggio di Paolo Ferroni esplora la profonda architettura religiosa e politica del capolavoro di Dante, universalmente ritenuto uno dei più grandi lavori della letteratura di tutti i tempi, nonché una delle più importanti testimonianze della civiltà medievale, tanto da essere conosciuto e studiato in tutto il mondo.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

I monasteri

Con il termine monastero si indica quel complesso di edifici destinati ai monaci o alle monache nelle differenti religioni.
Il lemma “monastero” entra nella lingua italiana nella prima metà del XIII secolo dal latino tardo monastērĭum, questo dal greco antico μοναστήριον (monastḗrion) derivato da μοναστής (monastḗs; monaco) quindi da μονακός (monakós; solitario, eremita) a sua volta da μόνος (mónos; solo, unico).
Nel cristianesimo un monastero è un edificio comune dove vive una comunità di monaci o monache, sotto l’autorità di un abate o di una badessa. I monasteri non costituiscono un ordine religioso: ognuno di essi può essere una comunità a parte, oppure fare parte di confederazioni, con alcune funzioni di coordinamento e di mutuo aiuto.

I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

A cura di Antonio Ferraiuolo.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

Diario di bordo

Una preziosa raccolta di omelie di Don Antonio Cairo.

Rossella Schirru è nata a Formia (LT) il 17 agosto 1971. Sposata con Cosmo dal 26 aprile 1997 è madre di due figli, Federica e Filippo Giovanni. Da sempre inserita nella vita parrocchiale e diocesana è stata membro dell’ufficio diocesano per la Pastorale giovanile nella diocesi di Gaeta dal 1992 al 1996. Sin dalla giovane età ha aderito al Movimento dei focolari, fondato da Chiara Lubich divenendo responsabile del movimento Gen, a Gaeta e successivamente, dal 2010 al 2016 dei giovani del Movimento Parrocchiale (espressione del movimento dei focolari per gli impegnati nelle parrocchie).

Don Antonio Cairo nasce a Formia il 22 gennaio del 1964. Nel 1983, dopo aver conseguito il diploma di perito commerciale, è entrato nel Pontificio Collegio Leoniano per seguire il cammino vocazionale di studi filosofici e teologici in vista del ministero sacerdotale.
Il 26 maggio 1990 è stato ordinato presbitero dallo stesso Arcivescovo, nell’antica cattedrale di S. Erasmo in Formia, ed ha presieduto per la prima volta l’Eucarestia, il giorno successivo, nella sua parrocchia di origina, S. Teresa in Formia.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error