Come acqua di ruscello

25 Gennaio 2019

Questa che vado a raccontare non è la mia storia o meglio non è solo la mia storia, è la storia delle storie, sono i pensieri, le persone, i desideri, le speranze, la vita, di più generazioni di una famiglia. Il titolo è stato suggerito da mia nonna Maria Antonietta detta Marietta quando ormai 88enne pensando a tutti agli anni vissuti, disse che erano trascorsi “Come acqua di ruscello” .Non voglio cercare alcun riscontro storico ma solo mettere su carta dei ricordi e dei pensieri.
Non penso al mio mondo il mio mondo è fatto di perle, penso solo a ciò che vorrei che fosse penso solo che vorrei fermare l’attimo e non farlo andar via per paura di perdere la magia del momento, ed allora scrivo e fermo l’attimo, il pensiero si fa strada e rimane li impresso e rimango a guardarlo a bocca aperta, nascondendolo fino a quando non decido di mandarlo così com’è senza cambiarlo portandolo via a me e dandolo a voi.

Gaeta, Antonio Sorabella.

Un bellissimo libro di memorie e di esperienze di una generazione vissuta a Gaeta nella seconda metà nel Novecento.

Compralo su Amazon, Kobo e tantissime altre librerie digitali!

  • Condividi