Gli scrittori del futuro saranno consulenti esistenziali

17 Feb 2019

Verrà un tempo in cui i cosiddetti “scrittori visionari” (o “transrealisti” per dirla con Rudy Rucker) svolgeranno il ruolo di “consulenti esistenziali”.

G è il generatore di Universi

Tizio T si rivolge a G (scrittore visionario) per una “consulenza esistenziale”. G è una “black_box” che accetta in ingresso dati reali (il problema di T), per poi sputare nella realtà fisica “dati transreali”, i quali compongono un universo virtuale che alla fine, produrrà effetti su ciò che è comunemente denominata “realtà”.

Lord Axel ha tutte le carte in regola per essere un G. Più precisamente, è un fisico specializzato nel campo della IA (“Intelligenza Artificiale”). Ne ha creata una in grado di “generare” un X-noise, ossia un “rumore ignoto” derivante da una potenziale comunicazione con i defunti attraverso complicati processi di Entanglement_Quantistico.

Axel si imbatte per caso con una “divoratrice di racconti”, che si spaccia per una escort a caccia di scrittori visionari, in grado di elaborare storie in cui lei è la protagonista principale, assieme ai suoi clienti deceduti da tempo.

Marcello Colozzo

  • Condividi