Quel grazioso fantasma del fast food

Dopo aver sognato il fantasma di una affascinante donna cieca. mi sono imbattuto in una singolare vicenda…

Iera sera una graziosa cassiera di un fast food, a un tiro di schioppo da una chiassosa sala giochi, dopo aver incassato mi guarda attentamente attraverso i suoi spessi occhiali…
«Sei sempre nei miei pensieri…»
«Dovresti ritornare dall’oculista» sdrammatizzo all’istante.
«Cosa?»
La conversazione terminò bruscamente perché nel frattempo ero uscito e le tenebre fagocitarono la mia sagoma dalla leggendaria bruttezza…

Leggi tutto “Quel grazioso fantasma del fast food”

Please follow and like us:
error

Diagramma esistenziale – (Capitolo 2 di “L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta”)

Una coscienza espansa solidificava all’improvviso in un qui ed ora, quale evento spazio-temporale di una esistenza quasi schizofrenica. La conseguente successione di eventi diveniva diagramma di una drammatica vicenda esistenziale, ove la musica e la poesia componevano l’essenziale. Versi enigmatici si auto-assemblavano nella sua mente, ormai da tempo svincolata dalla realtà contingente. Le rime si sovrapponevano per poi ricomporsi in frasi di senso compiuto attraverso una danza semantica di frammenti di canzoni. Il suono e la melodia scaturivano spontaneamente attraverso una sequenza di vivide immagini.
Leggi tutto “Diagramma esistenziale – (Capitolo 2 di “L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta”)”

Please follow and like us:
error

Finale del cap. 1 (L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta.)

Giunse a Bar Bazzanti, un noto locale del quartiere storico, dove avrebbe dovuto incontrare tal Salvatore Marruzzino. All’ingresso due marinai vociferavano e ridevano; lasciò andare la maniglia della porta che si chiuse da sé, emettendo un sinistro rantolio per poi oscillare come se fosse dotata di vita propria. Si accomodò pigramente a un tavolo, e subito dopo arrivò Marruzzino foderato in una camicia che si intonava alla perfezione con il color mogano delle pareti. Aveva con sé una copia di Briciole di uomo, una eclettica raccolta di poesie di Eufrasio, da presentare il giorno successivo alla Gran guardia, un edificio borbonico a un tiro di schioppo dal bar. Una location inusuale oltre che densa di angosciose presenze, forse riconducibili a fantasmi di soldati borbonici. La presentazione dell’opera sarebbe avvenuta attraverso un mix di musica e lettura. Una audace sovrapposizione o meglio, un’interfaccia tra letteratura e musica: due aspetti diversi del medesimo processo cognitivo. Semplicemente, era l’Universo che parlava attraverso codifiche differenti.

Leggi tutto “Finale del cap. 1 (L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta.)”

Please follow and like us:
error

L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta

Abbiamo dato il via a L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta, una sorta di biografia visionaria che si snoda attraverso una successione cronologicamente ordinata di capitoletti.

Non sarà solo un’offerta musico-logica quale interfaccia tra la tecnologia della musica elettronica e la creatività dell’artista, ma anche una descrizione delle sue vicissitudini con particolare riferimento alle difficili relazioni con le (molte) donne (una in particolare, il cui sguardo regalava emozioni violente). Il carattere visionario dell’opera distrugge l’oggettività dell’autore che risulterà in tal modo coinvolto nella storia medesima, metaforicamente illustrata nella figura al top di quest’articolo. Anche se esiste uno shift temporale, l’Autore verrà inglobato nel kernel del racconto. Siamo, dunque, in presenza di uno strange loop per dirla con Douglas Hofstadter, per cui gli effetti saranno inaspettati…

Leggi tutto “L’artista eclettico. Storia di Eufrasio Burzi, cantante e poeta”

Please follow and like us:
error