Tragic Sense Of Life

Miguel de Unamuno y Jugo (29 September 1864 – 31 December 1936) was a Spanish essayist, novelist, poet, playwright, philosopher, professor of Greek and Classics, and later rector at the University of Salamanca.

Tragic Sense of Life, published in 1912, was his most important philosophical work and is now generally considered one of the great existential texts of the 20th century—as provocative a work in its own right as anything written during the post-war period by Sartre, Camus, or Heidegger.

Translator, J.E. CRAWFORD FLITCH

Buy it on Amazon!

Please follow and like us:
error

Lysis

Lysis is a dialogue of Plato which discusses the nature of philia (φιλία), often translated as friendship, while the word’s original content was of a much larger and more intimate bond. It is generally classified as an early dialogue.

Plato (428/427 or 424/423 – 348/347 BC) was an Athenian philosopher during the Classical period in Ancient Greece, founder of the Platonist school of thought, and the Academy, the first institution of higher learning in the Western world.

Translator: Benjamin Jowett

Buy it on Amazon!

Please follow and like us:
error

Lo specchio metafisico

Perché lo specchio metafisico?

La letteratura se non è metafisica non è. I linguaggi se non abitano lo specchio non vivono.
Letteratura, filosofia e antropologia sono uno specchio della metafisica. Il quale ha bisogno della parola che si racconta nelle immagini. Negli scenari immaginari.

Raccontando pezzi di vita ho raccolto ciò che ho vissuto. Bisogna sempre scrivere di ciò che si conosce. Nulla ha senso tranne il vissuto abitato. Tranne ciò che si abita vivendolo.

Questo libro?
Non è un libro. Sono pagine intrecciate lungo i fiumi e gli orizzonti della consapevolezza. Soltanto se si è in rivolta possono dare un senso. Sono pagine di erranza. Resto un errante tra testimoni eretici. L’isola della parola è incastrata nello specchio metafisico.

Ho scritto questa nota per non dire. O per dire. Chi leggerà saprà. Chi non dovesse leggere vivrà tra gli orizzonti e il mare. Chi rimanderà la lettura capirà che oltre può esserci altro. La magia è non raccontabile e il mistero si trova nel sacro e nei riti del mito.
Insomma, procediamo.

Pierfranco Bruni è nato in Calabria. Archeologo direttore del Ministero Beni Culturali, già componente della Commissione UNESCO per la diffusione della cultura italiana all’Estero, è presidente del Centro Studi “Grisi”.
Ha pubblicato libri di poesia (tra i quali “Via Carmelitani”, “Viaggioisola”, “Per non amarti più”, “Fuoco di lune”, “Canto di Requiem”), racconti e romanzi (tra i quali vanno ricordati “L’ultima notte di un magistrato”, “Paese del vento”, L’ultima primavera”, “E dopo vennero i sogni”, “Quando fioriscono i rovi”). Si è occupato di letteratura del Novecento con libri su Pavese, Pirandello, Alvaro, Grisi, D’Annunzio, Carlo Levi, Quasimodo, Ungaretti, Cardarelli, Gatto, Penna, Vittorini e la linea narrativa e poetica novecentesca che tratteggia le eredità omeriche e le dimensioni del sacro. Numerosi sono i suoi testi sulla letteratura italiana ed europea del Novecento.
Ha scritto saggi sulle problematiche relative alla cultura poetica della Magna Grecia e si considera profondamente mediterraneo. Ha scritto, tra l’altro, un libro su Fabrizio De André e il Mediterraneo (“Il cantico del sognatore mediterraneo”, giunto alla terza edizione), nel quale campeggia un percorso sulle matrici letterarie dei cantautori italiani, ovvero sul rapporto tra linguaggio poetico e musica. Un tema che costituisce un modello di ricerca sul quale Bruni lavora da molti anni.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

Philebus

The Philebus is a Socratic dialogue written in the 4th century BC by Plato. Besides Socrates (the main speaker) the other interlocutors are Philebus and Protarchus. Philebus, who advocates the life of physical pleasure (hedonism), hardly participates, and his position is instead defended by Protarchus, who learnt argumentation from Sophists. Socrates proposes there are higher pleasures (such as those of the mind) as well as lower ones, and asks if the best life isn’t one that optimally mixes both.

Plato (428/427 or 424/423 – 348/347 BC) was an Athenian philosopher during the Classical period in Ancient Greece, founder of the Platonist school of thought, and the Academy, the first institution of higher learning in the Western world.

Translator: Benjamin Jowett

Buy it on Amazon!

 

Please follow and like us:
error