Posted on

Cartas marruecas

José Cadalso y Vázquez de Andrade, que usó el pseudónimo literario de Dalmiro (Cádiz, 8 de octubre de 1741 – San Roque, 26 de febrero de 1782) con 40 años de edad, fue un militar español, muerto prematuramente en combate, y un valioso literato, recordado por sus obras Los eruditos a la violeta, Noches lúgubres y Cartas marruecas.

Las Cartas marruecas conforman una obra de género epistolar del escritor y militar español José Cadalso, publicada en 1789 de forma póstuma. Es un conjunto de noventa cartas que narran la historia de Gazel, un joven marroquí que habiendo viajado por toda Europa llega a España en la comitiva de un embajador de Marruecos, y que aprovecha la oportunidad para conocer las costumbres y la cultura del país, y compararlo con otros países europeos.
La modernidad de la prosa, el carácter polémico de muchas de las Cartas, la permanente actualidad de muchos de los temas tratados por el autor en su crítica de España, y el tono fácil y ameno que mantiene en la obra contribuye a que esta obra haya ido ganando reconocimiento desde el día en el que se publicó. Hoy en día es considerada por muchos críticos como una de las obras maestras de la literatura del siglo XVIII en España.

Cómpralo en Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

Il paese di cuccagna

«Il popolo napoletano, che è sobrio, non si corrompe per l’acquavite, non muore di delirium tremens; esso si corrompe e muore pel lotto. Il lotto è l’acquavite di Napoli.»

(Matilde Serao, 1884)

“Il paese di cuccagna” è un romanzo della scrittrice partenopea di adozione Matilde Serao, dapprima apparso a puntate nel 1890 sul quotidiano Il Mattino, e successivamente pubblicato nel 1891 dall’editore Treves di Milano.
Il romanzo è suddiviso in venti capitoli che rappresentano una vera e propria denuncia della rovina morale e sociale della città di Napoli, perseguitata dal gioco del lotto. Attraverso le vicende di varie figure di ogni estrazione sociale, si assiste settimana dopo settimana alla caduta di intere famiglie prede del miraggio implacabile dell’ottenimento di una vincita milionaria al gioco d’azzardo. Il paese di cuccagna è un grande affresco del capoluogo campano, immortalato alla fine dell’’800, con cui Matilde Serao continua e completa il percorso iniziato con “Il ventre di Napoli” e proseguito con “Terno secco”.

Matilde Serao (Patrasso, 14 marzo 1856 – Napoli, 25 luglio 1927) è stata una scrittrice e giornalista italiana.
È stata la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Corriere di Roma, esperienza successivamente ripetuta con Il Mattino e Il Giorno. Negli anni venti fu candidata sei volte, senza mai ottenerlo, al Premio Nobel per la Letteratura.

Compralo su Amazon!

 

Please follow and like us:
error
Posted on

In the heart of Africa

In the Heart of Africa is a exciting tale about adventurerer and big-game hunter Sir Samuel Baker’s travels across Africa with his wife.

Sir Samuel White Baker (8 June 1821 – 30 December 1893) was an English explorer, officer, naturalist, big game hunter, engineer, writer and abolitionist. He also held the titles of Pasha and Major-General in the Ottoman Empire and Egypt. He served as the Governor-General of the Equatorial Nile Basin (today’s South Sudan and Northern Uganda) between April 1869 and August 1873, which he established as the Province of Equatoria. He is mostly remembered as the first European to visit Lake Albert, as an explorer of the Nile and interior of central Africa, and for his exploits as a big game hunter in Asia, Africa, Europe and North America. Baker wrote a considerable number of books and published articles. He was a friend of King Edward VII, who as Prince of Wales, visited Baker with Queen Alexandra in Egypt. Other friendships were with explorers Henry Morton Stanley, Roderick Murchison, John H. Speke and James A. Grant, with the ruler of Egypt Pasha Ismail The Magnificent, Major-General Charles George Gordon and Maharaja Duleep Singh.

Buy it on Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

I tre moschettieri

I tre moschettieri (Les trois mousquetaires) è un romanzo d’appendice scritto dal francese Alexandre Dumas con la collaborazione di Auguste Maquet nel 1844 e pubblicato originariamente a puntate sul giornale Le Siècle. È uno dei romanzi più famosi e tradotti della letteratura francese e ha dato inizio ad una trilogia, che comprende Vent’anni dopo (1845) e Il visconte di Bragelonne (1850).
I tre moschettieri del titolo sono Athos, Porthos e Aramis, a cui poi si aggiunge il protagonista del romanzo, D’Artagnan.

Alexandre Dumas padre (Villers-Cotterêts, 24 luglio 1802 – Puys, località di Dieppe, 5 dicembre 1870) è stato uno scrittore drammaturgo francese. Maestro del romanzo storico e del teatro romantico, ebbe un figlio omonimo, Alexandre Dumas, anch’egli scrittore. Le sue ceneri furono trasferite al Panthéon di Parigi il 30 novembre 2002. È famoso soprattutto per i capolavori Il conte di Montecristo e la trilogia dei moschettieri formata da I tre moschettieri, da Vent’anni dopo e da Il visconte di Bragelonne. Dai suoi capolavori sono stati tratti numerosi adattamenti cinematografici e televisivi.

Traduzione a cura di Angelo Orvieto.

Compralo su Amazon!

 

Please follow and like us:
error