Posted on

Poesie

Una raccolta di poesie sullo stato d’animo di un ragazzo di 16 anni, dei tempi nostri.

Marco D’Onofrio, nato il 2 gennaio del 1996 a Cagliari, vive a Villafranca di Verona e nel tempo libero scrive poesie e romanzi.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

L’ombra del viandante – Elegia in memoria di Ceccardo Roccatagliata-Ceccardi

“L’ombra del viandante – Elegia in memoria di Ceccardo Roccatagliata-Ceccardi” è un componimento poetico in memoria del poeta Ceccardo Roccatagliata Ceccardi.

Giulio Tanini nacque a Lucca il 29 luglio 1850 e morì a Genova il 30 giugno 1921.

Ceccardo Roccatagliata Ceccardi (Genova, 6 gennaio 1871 – Genova, 3 agosto 1919) è stato un poeta italiano.
È stato un precursore della poesia ligure del Novecento che va da Camillo Sbarbaro a Eugenio Montale, ma nella sua formazione s’incrociano anche residui carducciani e inquietudini decadenti che rinviano a Pascoli, a D’Annunzio e ai simbolisti francesi. Nelle sue composizioni migliori s’avverte un teso lirismo che si placa a tratti in eleganti movenze elegiache o in dense evocazioni del paesaggio ligure.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

L’Asino

“L’Asino” è un poema satirico scritto da Niccolò Machiavelli nel 1517 e rimasto incompiuto.
Il poema consta di otto capitoli, scritti in terzine dantesche, e può essere considerato una versione moderna del famoso Asino d’oro di Apuleio, di cui riprende il tema della metamorfosi.
L’opera è permeata di episodi grotteschi ed allegorici, cui fanno riscontro riferimenti autobiografici e accenni velati alla vita politica del tempo.

Niccolò di Bernardo dei Machiavelli noto semplicemente come Niccolò Machiavelli (Firenze, 3 maggio 1469 – Firenze, 21 giugno 1527) è stato uno storico, filosofo, scrittore, politico e drammaturgo italiano, secondo cancelliere della Repubblica Fiorentina dal 1498 al 1512.
Considerato, come Leonardo da Vinci, un uomo universale, nonché figura controversa nella Firenze dei Medici, è noto come il fondatore della scienza politica moderna, i cui principi base emergono dalla sua opera più famosa, “Il Principe”, nella quale è esposto il concetto di ragion di stato e la concezione ciclica della storia.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error
Posted on

Gocce di luce

“Togliti i calzari, perché la terra che calpesti è sacra” Con questo spirito ci si accosta, a nostro avviso, ad ogni opera poetica che mette a nudo il più intimo sentire dell’Autore. Infatti il poeta che licenzia alle stampe le sue poesie, in qualche modo fa una confessione pubblica dei propri sentimenti, dei suoi stati d’animo, delle proprie utopie e fantasie.
Cosi anche Anna Matrone che, attraverso la lente del ricordo, coglie le verità evanescenti giacenti nelle profondità dell’essere suo, le arricchisce coi sogni che rafforzano la speranza, prova un accordo per farne musica e poesia.

I suoi versi sono allora un dono e valgono per chi li sa apprezzare. In ogni caso ci si rallegra che il fanciullino di pascoliana memoria, nascosto nell’adulto, abbia il coraggio di venire allo scoperto per lanciare il suo aquilone nel domani.

Riesce cosi ad essere (o a sentirsi) finalmente se stesso e prova l’intima gioia di raggiungere la comunicazione piena con un segnale di luce vera nel buio dell’universo.

Antonio Villa

Anna Matrone è nata a Genova da genitori ventotenesi.
Dopo aver studiato in scuole di Firenze e Genova si è laureata in Lettere moderne presso l’Università di Salerno.
Ha insegnato alcuni anni in provincia di Bergamo e si è poi trasferita a Formia, dove attualmente vive.
Fin dalla giovinezza ha amato molto poeti e poetesse di diverse nazionalità ed epoche storiche e, accanto alla poesia, nutre una grande passione per la musica e la pittura.
Nel 2003 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Sulle ali di un gabbiano”, nel 2007 la raccolta “Sentieri nel vento” e nel 2008 “Trasparenze”.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error