Poems

Rainer Maria Rilke (4 December 1875 – 29 December 1926), was a Bohemian-Austrian poet and novelist. He is “widely recognized as one of the most lyrically intense German-language poets”. He wrote both verse and highly lyrical prose.
Several critics have described Rilke’s work as “mystical”. His writings include one novel, several collections of poetry and several volumes of correspondence in which he invokes images that focus on the difficulty of communion with the ineffable in an age of disbelief, solitude and anxiety. These themes position him as a transitional figure between traditional and modernist writers.

Buy it on Amazon!

Please follow and like us:
error

Ornamento di un amore

Questo è il viaggio del più nobile sentimento, l’amore, in tutti i sentieri della vita, dove l’uomo non passa, passa la fantasia, dove la barca non incontra mai gli scogli e l’uomo diventa immortale in un tempo indefinito, ma definibile, dove la circolarità assume le sembianze della magia in un mondo onirico che accetta la verità del vissuto e dell’esistenza che solo la scrittura bruniana sa reggere e trasmettere andando sempre oltre…
Un amore ornato dalla fantasia in un viaggio circolare che ritorna all’ esistenza, dove l’impossibile diventa certezza…
Si comincia e si finisce narrando in prosa, rafforzando il concetto della circolarità anche nella forma e non solo nei contenuti, aspetto del tutto innovativo nella letteratura contemporanea.
Al centro c’è la poesia, il verso, la parola dove la scrittura di Bruni fa rivivere il mito in un contesto moderno con delle forme eredi di un contesto novecentesco letterario a cui lui ha saputo e osato dare delle chiavi di lettura del tutto innovative.
Quando il cappellaio magico finisce il suo viaggio, ritorna a casa e fa i conti con la vita, con la sua esistenza, con il “Notturno” da immortale, ma consapevole che “l’ornamento di un amore non è riuscito a cogliere tra i dettagli, il dettaglio di un esistenza”, ma “[… ] Chi sa capirà. Chi non sa perché dovrebbe capire?[…] Ogni lettore può spaginarli e farne uso che meglio… […].
La fantasia ci rende immortali…

Admira Brahja
Docente di Lingua Italiana
Università di Scutari “Luigj Gurakuqi”.

Pierfranco Bruni è nato in Calabria. Archeologo direttore del Ministero Beni Culturali, già componente della Commissione UNESCO per la diffusione della cultura italiana all’Estero, è presidente del Centro Studi “Grisi”.
Ha pubblicato libri di poesia (tra i quali “Via Carmelitani”, “Viaggioisola”, “Per non amarti più”, “Fuoco di lune”, “Canto di Requiem”), racconti e romanzi (tra i quali vanno ricordati “L’ultima notte di un magistrato”, “Paese del vento”, L’ultima primavera”, “E dopo vennero i sogni”, “Quando fioriscono i rovi”). Si è occupato di letteratura del Novecento con libri su Pavese, Pirandello, Alvaro, Grisi, D’Annunzio, Carlo Levi, Quasimodo, Ungaretti, Cardarelli, Gatto, Penna, Vittorini e la linea narrativa e poetica novecentesca che tratteggia le eredità omeriche e le dimensioni del sacro. Numerosi sono i suoi testi sulla letteratura italiana ed europea del Novecento.
Ha scritto saggi sulle problematiche relative alla cultura poetica della Magna Grecia e si considera profondamente mediterraneo. Ha scritto, tra l’altro, un libro su Fabrizio De André e il Mediterraneo (“Il cantico del sognatore mediterraneo”, giunto alla terza edizione), nel quale campeggia un percorso sulle matrici letterarie dei cantautori italiani, ovvero sul rapporto tra linguaggio poetico e musica. Un tema che costituisce un modello di ricerca sul quale Bruni lavora da molti anni.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

Monotonie

«La poesia di Monotonie non emerge da un bisogno intimo di espressione, non dà forma concreta ad un modo personale di sentire la vita… è l’eco di sentimenti diffusi nell’aria».

Floriano Del Secolo

“Vien qui, divina
bionda fanciulla dalla fronte pallida:
vieni e ti china
sull’infelice che t’amava incognito.
Dalla finestra
non veggo il sol, ma sento che dilegua…
Oh! la tua destra
mi pon sul capo, ancor morir non voglio;
e se tramonta
il caldo sole e, qual nella miseria
amico, pronta
fuggi la giovinezza e sul giaciglio
dell’ospedale
imputridisco – tu, severa monaca,
l’ultimo vale
del poeta deliba ed egli un bacio.
Lo so, che puro
come la neve delle alpine guglie
un sacro giuro
vuole il tuo corpo dall’amor degli uomini;
che uno schifoso
male mi cruccia e sul sembiante gonfio
e sanguinoso
abbuia l’idëal luce dell’anima.”

Alfredo Oriani (Faenza, 22 agosto 1852 – Casola Valsenio, 18 ottobre 1909) è stato uno scrittore, storico e poeta italiano.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

Anima

Anna Micco. La sua scrittura raffinata ed elegante si sposa bene con la delicatezza della sua anima.

Anna Micco nasce a Formia il 30 gennaio del 1972. La vita per lei è meraviglia dinanzi a tutto e passione.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error