Sono in Te tutte le mie sorgenti

Rossella Schirru è nata a Formia (LT) il 17 agosto 1971. Sposata con Cosmo dal 26 aprile 1997 è madre di due figli, Federica e Filippo Giovanni. Da sempre inserita nella vita parrocchiale e diocesana è stata membro dell’ufficio diocesano per la Pastorale giovanile nella diocesi di Gaeta dal 1992 al 1996. Sin dalla giovane età ha aderito al Movimento dei focolari, fondato da Chiara Lubich divenendo responsabile del movimento Gen, a Gaeta e successivamente, dal 2010 al 2016 dei giovani del Movimento Parrocchiale (espressione del movimento dei focolari per gli impegnati nelle parrocchie). Ideatrice, promotrice e responsabile del progetto comunale” “Colazioni solidali” promosse dal Comune di Gaeta in collaborazioni con le Associazioni di Volontariato inserite in “Reti Solidali”.  Presidente dell’associazione Elpis.

Don Antonio Cairo nasce a Formia il 22 gennaio del 1964. Nel 1983, dopo aver conseguito il diploma di perito commerciale, è entrato nel Pontificio Collegio Leoniano per seguire il cammino vocazionale di studi filosofici e teologici in vista del ministero sacerdotale.
Il 26 maggio 1990 è stato ordinato presbitero dallo stesso Arcivescovo, nell’antica cattedrale di S. Erasmo in Formia, ed ha presieduto per la prima volta l’Eucarestia, il giorno successivo, nella sua parrocchia di origina, S. Teresa in Formia.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

Vangelo di Luca – BFV

Questa versione del Vangelo di Luca nasce e si sviluppa con l’obiettivo di diffondere la buona notizia.  In copertina trovate scritto BFV; è chiaramente un acronimo per il quale potete sceglierne liberamente il significato da attribuire, io consiglio “brindisi fazzu version” o “bibbia fu vitale” o “bibbia flilastroccata versatamente”, insomma “beh fate voi” secondo il vostro grado di spirito e di spiritualità, potete anche inventare altri significati da attribuire sempre nel rispetto e nei limiti forniti dall’educazione di cui siamo equipaggiati. Lungi da me il voler essere blasfemo o irriverente verso la sensibilità di ognuno, ma lungi da me anche i buontemponi, i perditempo, i bigotti e i sepolcri imbiancati. Auguro comunque a tutti una buona lettura e un fruttuoso incontro con Gesù il vivente, il rivoluzionario, la fonte di acqua viva.

Matteo Valenti, in arte Piovasco, nasce il 24 Gennaio del 1986 a Reggio Calabria che è la città in cui vive con la sua famiglia. Appassionato di esseri umani, dei loro visceri e dei loro pensieri, si guadagna da vivere come collaboratore clinico degli aggiusta ossa, sostiene di non essersi mai annoiato in vita sua, sonnecchia nel tempo libero. Scrittore per una naturale propensione a inventare storie assolutamente vere.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

Della natura degli dei

Il De natura deorum (in italiano La natura degli dei) è la prima delle tre opere teologiche di Marco Tullio Cicerone scritta nel 44 a.C. ed è composta di tre libri.

Nel primo libro Velleio espone la tesi epicurea, che viene ampiamente confutata da un certo Cotta;
Nel secondo libro Lucilio Balbo espone la dottrina stoica della Provvidenza che ha generato il mondo, celebrando la Natura e la posizione predominante dell’uomo nel creato data dagli dei, dottrina per la quale Cicerone sembra provare simpatia;
Nel terzo libro Cotta confuta quanto esposto nel secondo libro tramite la dottrina dell’estremo razionalismo, e arriva alla conclusione che la religione è uno strumento della politica e di chi governa, dichiarandosi dubbioso sull’esistenza degli dei e del soprannaturale.

Marco Tullio Cicerone (in latino Marcus Tullius Cicero) nato ad Arpino, 3 gennaio 106 a.C. e morto a Formia, il 7 dicembre 43 a.C, è stato un avvocato, politico, scrittore, oratore e filosofo romano.

Traduzione a cura di Teresa Carniani Malvezzi.

Compralo su Amazon!

Please follow and like us:
error

The Shepherd of Hermas

The Shepherd of Hermas, sometimes just called The Shepherd, is a Christian literary work of the late first half of the second century, considered a valuable book by many Christians, and considered canonical scripture by some of the early Church fathers such as Irenaeus. The Shepherd was very popular amongst Christians in the 2nd and 3rd centuries. It is found in the Codex Sinaiticus, and it is listed between the Acts of the Apostles and the Acts of Paul in the stichometrical list of the Codex Claromontanus.
The work comprises five visions, twelve mandates, and ten parables. It relies on allegory and pays special attention to the Church, calling the faithful to repent of the sins that have harmed it.

Hermas was a well-to-do freedman and earnest Christian, who lived in Ancient Rome. He was a brother of Pius, Bishop of Rome about the middle of the 2nd century. Hermas the freedman was the character and, by some estimations, the author of the work titled The Shepherd of Hermas, which, in the early Church, was sometimes classed among the canonical “Scriptures”.

Buy it on Amazon!

Please follow and like us:
error