Il Sahara

Il Sahara precisamente il più vasto deserto caldo della Terra, con una superficie di 9000000 km². Attraversato dal Tropico del Cancro (23° 27′ latitudine nord), si trova nell’Africa settentrionale, tra 16° di longitudine ovest e 35° longitudine est.
Si estende dall’Oceano Atlantico al Mar Rosso per una lunghezza di circa 5000 km, con l’unica interruzione della Valle del Nilo, e per una larghezza 1500–2000 km dal Mediterraneo fino alle regioni centrali dell’Africa, dove il passaggio da deserto a savana è a volte assai incerto e stabilito da fattori di ordine climatico.
Il Sahara non ha un aspetto uniforme, si identificano infatti diversi tipi di paesaggio:

– l’hammada, deserto di roccia nuda, liscia, incisa e lavorata dai venti che forma acute e taglienti schegge;
– il serir, o reg, formato da uno strato di ciottoli e ghiaia;
– l’erg, chiamato anche idean, nel Sahara centrale, formato dalle caratteristiche dune di sabbia.

Nel Sahara mancano totalmente corsi d’acqua e quindi l’idrografia è rappresentata da una rete di valli disseccate e di fiumi fossili (arabo widyān, pl. di wādī, “fiume” o “letto del fiume”) orientati verso il Niger, il Ciad, e il Nilo, nei quali scorre l’acqua solo in caso di piogge eccezionalmente abbondanti. Ricchissima è invece la circolazione sotterranea alimentata da numerose falde poste a diverse profondità che danno origine alla grande maggioranza delle oasi.

I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

A cura di Antonio Ferraiuolo.

Compralo su Amazon!

Facebook
Twitter
Instagram