Spettri

Spettri

Spettri (titolo originale Gengångare) è un dramma in tre atti del drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, scritto nel 1881. Rappresenta uno dei suoi drammi più significativi, ed è considerato una commedia sociale o, più propriamente, un dramma borghese. Gli ‘spettri’ sono le ombre del passato che colpiscono il dramma esistenziale dei protagonisti.
La stesura avvenne nel periodo del soggiorno tra Roma e Sorrento di Ibsen. La prima rappresentazione avvenne all’Aurora Turner Hall di Chicago il 20 maggio 1882 in lingua originale, seguita solo nel 1883 da una prima in Norvegia, paese nel quale fu difficile presentare l’opera, troppo critica nei confronti della borghesia.

Henrik Johan Ibsen (Skien, 20 marzo 1828 – Oslo, 23 maggio 1906) è stato un drammaturgo, poeta e regista teatrale norvegese. È considerato il padre della drammaturgia moderna, per aver portato nel teatro la dimensione più intima della borghesia ottocentesca, mettendone a nudo le contraddizioni.

Compralo su Amazon!