Der Weihnachtsabend Eine Geistergeschichte

A Christmas Carol in Prose, Being a Ghost-Story of Christmas (wörtlich Ein Weihnachtslied in Prosa, oder Eine Geistergeschichte zum Christfest, deutsch meist Eine Weihnachtsgeschichte) ist eine der bekanntesten Erzählungen von Charles Dickens. Sie wurde am 19. Dezember 1843 mit Illustrationen von John Leech erstmals veröffentlicht.

Die Erzählung handelt vom Geldverleiher Ebenezer Scrooge, einem alten, grantigen Geizhals, der in einer einzigen Nacht zunächst Besuch von seinem verstorbenen Teilhaber Jacob Marley und dann von drei weiteren Geistern erhält, die ihm schließlich dazu verhelfen, sein Leben zu ändern. Das Buch enthält stark sozialkritische Töne, mit denen Dickens die Missstände im England des 19. Jahrhunderts anprangern wollte.

Charles John Huffam Dickens, (als Pseudonym auch Boz; * 7. Februar 1812 in Landport bei Portsmouth, England; † 9. Juni 1870 auf seinem Landsitz Gads Hill Place in Higham bei Rochester, England) war ein englischer Schriftsteller. Ihm wird große literaturgeschichtliche Bedeutung beigemessen. 2015 wählten 82 internationale Literaturkritiker und -wissenschaftler vier seiner Romane zu den bedeutendsten britischen Romanen: David Copperfield, Bleak House, Große Erwartungen und Dombey und Sohn.
Zu seinen bekanntesten Werken gehören außerdem Oliver Twist, Eine Geschichte aus zwei Städten und A Christmas Carol.

Kauf es bei Amazon!

40 curiosità sul pane

Il pane è un prodotto alimentare ottenuto dalla fermentazione, dalla formatura a cui segue una lievitazione, e successiva cottura in forno di un impasto a base di farina (normale o integrale) di cereali, acqua, confezionato con diverse modalità, arricchito e caratterizzato frequentemente da ingredienti differenti a seconda del luogo in cui viene preparato. Quella del pane è una storia secolare che abbraccia l’intera evoluzione del genere umano tra superstizione, fede e leggenda.

I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

A cura di Antonio Ferraiuolo.

Compralo su Amazon!

Io accuso…!

J’Accuse…! (Io accuso…!) è il titolo dell’editoriale scritto dal giornalista e scrittore francese Émile Zola in forma di lettera aperta al presidente della Repubblica francese Félix Faure, e pubblicato il 13 gennaio 1898 dal giornale socialista L’Aurore con lo scopo di denunciare pubblicamente i persecutori di Alfred Dreyfus, le irregolarità e le illegalità commesse nel corso del processo che lo vide condannato per alto tradimento, al centro di uno dei più famosi affaires della storia francese.
In questa eloquente filippica egli denuncia i nemici “della verità e della giustizia”.
La locuzione «j’accuse» è entrata nell’uso corrente della lingua italiana, come sostantivo, per riferirsi a un’azione di denuncia pubblica nei confronti di un sopruso o di un’ingiustizia.

Émile Édouard Charles Antoine Zola (Parigi, 2 aprile 1840 – Parigi, 29 settembre 1902) è stato uno scrittore, giornalista, saggista, critico letterario e fotografo francese.

Compralo su Amazon!

Il costumista di Burlenzago Vol. I – Carnevale

Da secoli simbolo di libertà e sconfessione delle sovrastrutture più bigotte della società civile, il carnevale costituisce un cuneo di leggerezza, allegria e spregio della repressione per tutti coloro che, stanchi di nascondigli e maschere ipocrite, approfittano proprio di un costume per rivelare le proprie reali pulsioni vitali, affettive, spesso irrazionali.
Niente di strano se da sempre gli eroi del carnevale sono i bambini; meglio ancora se guidati da un adulto come il famoso, stravagante costumista di Burlenzago. Novello pifferaio di Hamelin, il negoziante del centro cittadino avvererà i sogni di piccoli aspiranti supereroi, scienziati, infermiere, ballerine e pagliacci, portandoli a sconvolgere (in ogni capitolo con una modalità differente, inaspettata e non sempre a lieto fine) una quotidianità spesso conflittuale e drammatica, bisognosa del lampo variopinto di un pugno di coriandoli.
Il primo volume della dilogia del Costumista di Burlenzago si compone di quindici racconti fantasy orientati a un pubblico di adulti e giovani adulti. Diversi per atmosfera e tematiche sociali, tutti appaiono improntati al tema del contrasto spesso spinoso tra apparenza e realtà.
Sorridete quindi, che siate grandi o piccini. Spogliatevi di quel che resta dei vostri abiti quotidiani, e scegliete il vostro costume.

Raffaele Isolato è laureato in lingue e letterature straniere all’università Federico II di Napoli. Appassionato di filosofia, letteratura comparata e storia delle religioni, vive in completo isolamento da oltre vent’anni, dedicandosi a nuove sperimentazioni letterarie e a ricerche etiche ed epistemiche che spaziano dalla saggistica e dalla poesia, alla narrativa fantasy, noir, avventuristica. Più di trenta le sue opere già pubblicate in rete e cartaceo: Le città cadute (Cronache di un’apocalisse), Italian Fantasy (15 racconti dell’incredibile), Italian Horror (15 racconti di incubi a occhi aperti), Il gioco di Nuitaka, Necrophilia, Memorie di uno schizoide (la prima autobiografia dell’Isolato), Perfect (saga distopica in tre volumi), Viaggio a Mezzomondo, Amazing Amazon, Una giornata in frigo, Il male online, Elemental Symphony, Il ladro di anime, Le cento e una ballata (raccolta di ballate in endecasillabi e settenari), I dialoghi della nuova morale, Chi vuole andare in TV? (Terrore agli studi), Viaggio a Nord, Dall’altra parte del nulla, Lineamenti di religione universale, Inferno XXI (poema didascalico-allegorico in trenta canti), Il nulla imperfetto, L’amore elementare, La pietra e lo scandalo, Nati alla luna nuova, Viaggio a Lost City, L’angelo dalle ali di carta, All’ultima porta, non fermarti, Cuor di notte (14 novelle d’amore ingrato), Il Presidente (tragedia in cinque atti in versi sciolti).

Compralo su Amazon!