Bibliografia integrale di Giovanni Tarcagnota (1508-1566)

Giovanni Tarcagnota, oriundo della Morea, appartenente alla famiglia dei Paleologi e nipote di Michele Marullo, nasce probabilmente a Gaeta nel 1508 e muore a Napoli o a Gaeta nel 1566. Una lapide ad Ancona ne riporta la data secondo una cronaca di viaggio settecentesca. Autore di volgarizzamenti fondamentali a Galeno, Plutarco e Flavio Biondo (ancora oggi utili per la comprensione dell’evoluzione del volgare tipografico), amico e collaboratore di diversi tipografi (Tramezino, Sessa, Blado) romani e veneziani è una delle maggiori personalità in tema di antichità romane, a livello di Egio, Panvinio e soprattutto Pirro Ligorio di cui è stato collaboratore nella bottega dei Tramezino. Forse legato a gruppi eterodossi, dopo la sua morte, causa anche l’impiego di pseudonimi quali Lucio Fauno (già identificato alla fine del ‘700), Lucio Mauro e soprattutto pseudo Andrea Palladio (identificati per cura dell’autore solo nell’ultimo biennio), il suo ricordo e soprattutto la sua opera sono state in parte dimenticate e riportate (negativamente) in auge da Alessandro Manzoni che ne cita le Istorie del Mondo (1562) come esempio di storiografia universalistica. Oggi, rovesciata la sua biografia, si analizza con procedimento filologico e rigorosa indagine bibliografica la sua produzione a stampa, se ne presenta il catalogo e si riconduce sotto nuova luce la sua attività.

Gennaro Tallini, Dottore di Ricerca in Lingue e Scienze della Letteratura presso l’Università di Verona, filologo, studioso di letteratura italiana rinascimentale e di storia della stampa, è docente di letteratura italiana presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’università di Verona (SSD 10F1-10F3), dove svolge prevalentemente attività di ricerca nel campo della filologia antiquaria romana e francese nel XVI secolo e, recentemente, anche nel campo della didattica laboratoriale . Il personale profilo scientifico è incentrato sul tema della produzione e della circolazione letteraria a carattere antiquario, anche entro terreni di studio specifici e settoriali, a partire dal testo a stampa nel Cinquecento e la sua sovrapposizione e intersecazione negli ambiti della topografia, della urbanistica rinascimentale e della storiografia cinquecentesca, nei vari contesti della ricostruzione letteraria delle fonti antiche e umanistiche. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni in volume e su riviste scientifiche in ambito letterario e filologico ed è membro della RSA – Renaissance Society of America (socio effettivo dal 2014), dell’Istituto Nazionale di Studi per il Rinascimento Meridionale (socio corrispondente fino al 2014, socio effettivo dal 2015), del Gruppo di Studi sul Cinquecento.

#Amazon

La pubblicità online: Le opportunità, le potenzialità e gli strumenti dell’Internet Advertising

La rivoluzione digitale non poteva che incidere sul rapporto tra imprese e consumatori e, in particolar modo, sul principale strumento utilizzato per veicolare i messaggi, la pubblicità. L’obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare le strategie e gli strumenti della pubblicità on line, evidenziando le divergenze, le sovrapposizioni con i media tradizionali, nonché le potenzialità e le opportunità offerte dall’online Advertising. Internet per le proprie peculiarità consente di segmentare il pubblico, di personalizzare i messaggi, di arricchire il contenuto informativo delle comunicazioni, di ridurre i costi rispetto ai media tradizionali e di realizzare pubblicità sia di tipo push che interattive. Inoltre nel cyberspazio è possibile attuare una strategia di permission marketing, intesa come nuovo modo di comunicare che nasce come alternativa all’interruption marketing. La logica di fondo adottata è sintetizzabile nell’espressione ”turning strangers into friends and friends into customers” con l’obiettivo di “coltivare” relazioni stabili con i consumatori, piuttosto che interromperli ed infastidirli continuamente con messaggi pubblicitari.

L’autore

Francesco Ausiello nasce nel 1978 a Capua. Laureato in Economia Aziendale presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, si abilita come Dottore Commercialista e Revisore Contabile e diventa Dottore di ricerca in Economia presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Dopo aver conseguito varie specializzazioni ha lavorato prima nell’area contabile e marketing di diverse aziende private e, poi, dal 2005 presso la pubblica amministrazione.

#Amazon

The Aeneid

“The Aeneid” is a Latin epic poem, written by Virgil between 29 and 19 BC, that tells the legendary story of Aeneas, a Trojan who travelled to Italy, where he became the ancestor of the Romans. It comprises 9,896 lines in dactylic hexameter. The first six of the poem’s twelve books tell the story of Aeneas’s wanderings from Troy to Italy, and the poem’s second half tells of the Trojans’ ultimately victorious war upon the Latins, under whose name Aeneas and his Trojan followers are destined to be subsumed.

Publius Vergilius Maro (October 15, 70 BC – September 21, 19 BC) usually called Virgil was an ancient Roman poet of the Augustan period. He is known for three major works of Latin literature, the Eclogues (or Bucolics), the Georgics, and the epic Aeneid. A number of minor poems, collected in the Appendix Vergiliana, are sometimes attributed to him.

Translated by John Dryden

#Amazon

Il ludo di Iris

Una città di mare, d’estate, negli anni ’80, e sullo sfondo un gioco da spiaggia tipico del luogo, antico e affascinante, il “ludo di Ercole”. Nello scenario incantato della splendida Gaeta si snoda cosi una inedita e rovente storia d’amore.

L’autore

Marcello Colozzo, nato e residente a Gaeta, esordì nel 1999 con “Artificial jail”, per poi pubblicare: “Universe” (2002), “La ragazza del bar” e “La Cartomante” (2010), “Codice Rishi”, “Lucky Star” (2011), “Joker” (2012), “Creazioni F e altri racconti” (2012), “Bootstrap! altri racconti” (2013), “Sette calze di seta”(2015).

#Amazon