Posted on

Storia di due anime

“La bottega dei santi era la penultima della piccola via bassa e oscura, che sinuosamente lega la piazza grande di santa Maria la Nova alla piazzetta di santa Maria dell’Aiuto: e godeva un po’ d’aria, un po’ di luce, sol perché, dirimpetto ad essa, le antiche e brune case del vecchio quartiere popolare cessavano e poco indietro si ergeva la chiesa della Madonna dell’Aiuto, avente, accanto, il portoncino della sua Congregazione di Spirito. La bottega rozza e sguarnita, aveva una insegna di legno dipinto, scolorita dalla pioggia, dalla umidità costante della piccola via; vi si leggevano, appena, un nome e un cognome: Domenico Maresca.”

Inizia così “Storia di due anime” di Matilde Serao, pubblicato nel 1904, breve, intenso e struggente romanzo sull’illusione dell’amore.

L’autrice

Matilde Serao (Patrasso, 7 marzo 1856 – Napoli, 25 luglio 1927), scrittrice e giornalista, è stata la prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Mattino.

 

#Amazon

Posted on

Viaggio in Etiopia

Questa non è una guida turistica. Non troverete date precise, nomi di imperatori e tutti i locali alla moda di Addis Abeba e dell’Etiopia. Queste pagine sono il racconto di un viaggio in un continente che ho conosciuto solo attraverso documentari e reportage ma mai in prima persona. È stata la prima volta che ho visto veramente l’Africa, un continente in cammino. O, se si vuole, continuamente in viaggio, a qualsiasi ora del giorno, e anche dopo il tramonto. Uomini, donne, bambini e animali diretti verso destinazioni a me sconosciute ma che sembravano chiare a chi, scalzo, copriva la distanza che lo separava da casa o da qualsiasi altro luogo familiare.

L’autore

Giovanni Fantasia
Nato a Gaeta nel 1984 e giornalista pubblicista dal 2008, ha collaborato con quotidiani, periodici, programmi radiofonici e siti internet di informazione. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale, ha ricoperto l’incarico di addetto stampa del Sindaco di Gaeta dal 2007 al 2012.

 

#Amazon

Posted on

Dio e il male: viaggio tra filosofie e religioni

L’uomo nel corso della sua vita matura delle certezze, tuttavia, alcune cose rimangono velate di domande e dubbi forse irrisolvibili. La stessa fede religiosa in Dio vacilla di fronte all’esperienza del male che adombra l’esistenza e fa scricchiolare ogni riferimenti al divino. Credenti in un Dio creatore, onnipotente e Buono, scettici, agnostici e atei sono accomunati dal problema del male, fisico e morale, che non è un fenomeno marginale facilmente trascurabile, bensì una realtà innegabile nella vita degli uomini e delle donne d’ogni epoca. Esso prima ancora di essere una questione filosofica è un problema pratico ed esistenziale, non risolvibile per mezzo delle riflessioni teoriche. Tuttavia, pur tenendo conto di questa impossibilità di rimanere esenti dal male e di trovare una soluzione permanente, rimane il compito di dare una risposta al meno ragionevole alla storica domanda Si Deus est, unde malum? Se Dio esiste, perché c’è il male? Se Dio è giusto e Sommo Bene perché lo permette? Perché non interviene con la sua Onnipotenza e Provvidenza? Dov’è Dio? Perché si nasconde?

L’autore

Roberto Marinaccio (Gaeta, 1982) è dottorando in missiologia presso la Pontificia Università Urbaniana. Si occupa di studi religiosi, teologia delle religioni e del rapporto tra il cristianesimo, le culture e le religioni locali. Dal 2011 al 2013 ha vissuto a Taiwan dove ha svolto attività di studio presso l’Università Cattolica Fu Jen di Taipei e ricerche sul campo interessandosi delle religioni cinesi.

 

#Amazon

Posted on

Cuore

«Questo libro è particolarmente dedicato ai ragazzi delle scuole elementari, i quali sono tra i 9 e i 13 anni, e si potrebbe intitolare: “Storia d’un anno scolastico, scritta da un alunno di terza d’una scuola municipale d’Italia”. Dicendo “scritta da un alunno di terza”, non voglio dire che l’abbia scritta propriamente lui, tal qual è stampata. Egli notava man mano in un quaderno, come sapeva, quello che aveva visto, sentito, pensato, nella scuola e fuori; e suo padre, in fin d’anno, scrisse queste pagine su quelle note, studiandosi di non alterare il pensiero, e di conservare, quanto fosse possibile, le parole del figliuolo. Il quale poi, 4 anni dopo, essendo già nel Ginnasio, rilesse il manoscritto e v’aggiunse qualcosa di suo, valendosi della memoria ancor fresca delle persone e delle cose. Ora leggete questo libro, ragazzi: io spero che ne sarete contenti e che vi farà del bene.»
Edmondo De Amicis

L’autore

Edmondo De Amicis (Oneglia, 21 ottobre 1846 – Bordighera, 11 marzo 1908) è stato uno scrittore e pedagogo italiano. È conosciuto soprattutto per essere l’autore del romanzo Cuore, uno dei testi più popolari della letteratura italiana per ragazzi.

Introduzione a cura di Giovanni Fantasia
Nato a Gaeta nel 1984 e giornalista pubblicista dal 2008, ha collaborato con quotidiani, periodici, programmi radiofonici e siti internet di informazione. Laureato in Industria Culturale e Comunicazione Digitale ha ricoperto l’incarico di addetto stampa del Sindaco di Gaeta dal 2007 al 2012

#Amazon